Johann Sebastian Bach, Pier Paolo Iacopini

Partita II BWV 1004

Trascrizione e adattamento per Sassofono dall'originale per violino

13,99  - 23,99  IVA inclusa

Trascrizione e adattamento per Sassofono dall’originale Partita II BWV 1004 per violino di Johann Sebastian Bach.

La storia della recezione delle opere di Johann Sebastian Bach (1685-1750) è passata attraverso l’utilizzo di strumenti musicali spesso sconosciuti all’autore. Soprattutto la musica per tastiera (fatta eccezione per l’organo), che è quella probabilmente più capillarmente diffusa anche in quanto presente nei programmi di studio delle scuole musicali di tutto il mondo, è assai spesso eseguita al pianoforte ancor oggi, in epoca di grande fermento per la generale adozione di tecniche esecutive e di strumenti musicali “originali”. Non è quindi da considerarsi arbitrario il presente lavoro, che in questo caso accoglie, allargandolo a uno strumento relativamente nuovo come il saxofono, quel tipico aspetto di exercitium di molta musica bachiana, dove questo termine allude a una pratica proiettata verso un conseguimento il più alto possibile che parte dal campo tecnico (sia esecutivo che compositivo), per allargarsi a quello estetico, e raggiungere finalmente il più alto valore espressivo. Non è un caso che la magistrale e celebre Ciaccona che conclude la Partita sia stata oggetto, nella storia, di moltissimi adattamenti e trascrizioni: Schumann e Mendelssohn scrissero delle parti di accompagnamento pianistico per questo brano, Brahms lo trascrisse per pianoforte (per la sola mano sinistra), i virtuosi di pianoforte spesso eseguono in concerto la brillante versione di Ferruccio Busoni, e anche i chitarristi tengono stabilmente questo brano nel loro repertorio. La presente versione è stata condotta a partire dall’autografo, di cui non molto è stato necessario modificare in fatto di note, e soprattutto in quei punti in cui la scrittura violinistica assume una più marcata tendenza a una veste polifonica. I segni dinamici e di articolazione sono del tutto assenti nell’originale e rappresentano delle indicazioni interpretative chiaramente non vincolanti (fanno eccezione le dinamiche non tra parentesi nella Giga, presenti nel manoscritto). La trasposizione di tonalità ottiene il duplice scopo di permettere la migliore centratura nel registro del nuovo strumento, e nello stesso tempo fa coincidere il rapporto tra la tonalità del brano e la nota più grave nei due strumenti. L’esecuzione su un saxofono contralto sarebbe forse la più naturale, tuttavia è possibile utilizzare lo stesso testo anche per l’esecuzione con altri tagli dello strumento. Infine voglio qui ringraziare il M° Federico Biscione per l’amicizia e i preziosi consigli, la Casa Editrice Preludio per l’interesse dimostratomi, e il M° Claudio Taddei che mi ha insegnato a cercare la poesia nei suoni. Licenzio questa pubblicazione augurandomi di aver fornito al mio strumento un’ulteriore occasione di crescita, dato l’elevato grado di difficoltà tecnico-interpretativa che l’esecutore saxofonista dovrà affrontare, a prescindere dal proprio grado di sviluppo. Il brano potrà essere eseguito in forma completa oppure “limitandosi” alla sola Ciaccona, in esecuzioni pubbliche oppure semplicemente come momento privato di studio.

Informazioni aggiuntive

Anno

2013

Autori/Interpreti/Arrangiatori

Johann Sebastian Bach, Pier Paolo Iacopini

Orchestrazione

Sassofono

Supporto

Partitura cartacea, Partitura PDF

Tipologia

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Partita II BWV 1004”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Video


it_ITItaliano
Condividi questo