Cinque ritratti di draghi

Per Orchestra di ragazzi

22,99  IVA inclusa

Composti con finalità didattiche e formative per una piccola orchestra di strumenti comunemente studiati e reperibili in tutte le scuole di musica, questi brevi brani sono ispirati a quelle meravigliose creature che sono i draghi.

Composti da Paolo Coggiola con finalità didattiche e formative per una piccola orchestra di strumenti comunemente studiati e reperibili in tutte le scuole di musica, questi brevi brani sono ispirati a quelle meravigliose creature che sono i draghi. Fantastiche? Reali? Infantili? Non lo sappiamo. I nomi dei ritratti, pur se evocativi, sono inventati, ma forse celano nomi e istantanee di persone care vicine al compositore. C’è anche un self-portrait da qualche parte. Eseguiti in successione sono una suite che diventa una minuscola sinfonia con tanto di brano introduttivo. Il carattere dei pezzi è infatti sicuramente sinfonico, poco incline a un riduttivo infantilismo di tanta musica didattica. I giovani musicisti i draghi li conoscono, li apprezzano, e li sanno sicuramente affrontare.

Organico
2 Flauti
Percussioni 1: Glockenspiel
Percussioni 2: Piatto sospeso (o Gong); Xilofono
Percussioni 3 (ad libitum): Grancassa; Guiro, Maracas (piccole);
Piatto crash; Piatto sospeso (o Gong)
Pianoforte a 4 mani
Violini I e Il
Violini III (e/o Viole*)
Violoncelli I e II
Basso (Contrabbasso o Basso elettrico), opzionale:
suona in vece dei Violoncelli II
o anche in loro presenza, se Basso elettrico
*in questo caso si può utilizzare l'apposita
parte staccata predisposta
I brani possono essere eseguiti anche singolarmente

Informazioni aggiuntive

Anno

2011

Autori/Interpreti/Arrangiatori

Paolo Coggiola

Orchestrazione

Orchestra giovanile

Supporto

Partitura PDF

Tipologia

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cinque ritratti di draghi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano
Condividi questo