Two sonnets by Dante

10,99 20,99  VAT included

Opera di Paolo Coggiola ispirata a due sonetti di Dante Alighieri: il primo è “De gli occhi de la mia donna si move”, mentre il secondo “Volgete li occhi a veder chi mi tira”.

Sono passati 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e la sua eredità culturale resta un patrimonio indelebile dell'umanità e in particolare del nostro Paese. La lingua italiana è nata grazie a Dante Alighieri e l'Accademia della Crusca, per celebrare l'anniversario, pubblicherà ogni giorno nel 2021 una parola o espressione diversa di Dante Alighieri arricchita da un breve commento. Spiega il presidente Claudio Marazzini: "Anche in questo modo intendiamo sottolineare la capacità creativa, l'attualità e la straordinaria leggibilità del grande poeta".Nel 2017, tre anni fa, Preludio ha pubblicato questo lavoro di Paolo Coggiola ispirato a due sonetti di Dante Alighieri: il primo è "De gli occhi de la mia donna si move", mentre il secondo "Volgete li occhi a veder chi mi tira". Scritta e pensata originariamente per Soprano e Pianoforte, è stata successivamente interpretata in un album, edito da Preludio, dalla voce del Soprano Aki Osada insieme all'Ensemble Voyagers, creato da Daniele Montagner, formazione "aperta" che si dedica all'esplorazione di gioielli musicali che vanno dalle radici della civiltà occidentale alle tradizioni di Culture extra-europee, passando per le musiche medievali fino ai giorni nostri. Con l'utilizzo di strumenti musicali originali o realizzati secondo l'organologia in voga, viene intrapreso un viaggio sonoro attraverso l'estetica che ha rappresentato e rappresenta la storia dell'Umanità, le sue radici e la sua evoluzione.

Additional information

Year

2017

Authors/Interpreters/Arrangers

Paolo Coggiola

Orchestration

Canto, Canto e Pianoforte, Pianoforte, Soprano

Support

Paper score, PDF score

Typology

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Due sonetti di Dante”

Your email address will not be published.

Video


en_GBEnglish (UK)
Share This