Preludio Music on Facebook Preludio Music on Twitter Preludio Music on YouTube Preludio Music on Google Plus Preludio Music on MySpace Preludio Music on SoundCloud
 
SEI IN: Home » Shop on-line » Tredici cose che dovrei dirti

Tredici cose che dovrei dirti

 - Tredici cose che dovrei dirti
 
 
 
Genere:
  Ambient
Supporto: CD
Anno: 2008
 
 
 

English version

iTunes
TREDICI COSE CHE DOVREI DIRTI

prima: attendere riuscire averti
Una canzone di accettazione, una dichiarazione di intenti, che l’attesa puo’ essere anche lunga se si sta aspettando la persona giusta. Ma che se dura troppo non porta a nulla se non ad un amore potenziale. Qualcosa che sarebbe potuto essere ma che non è stato.
Un mondo sonoro a sé, creato con il solo uso di archi, synth e batteria. Niente chitarre, niente basso.

seconda: come non sopporti
L’anti-canzone d’amore, una presa di coscienza di se stessi e del proprio partner, che infondo non siamo quelle persone speciali che crediamo di essere, non siamo diversi dal resto del mondo solo perché siamo innamorati. Siamo proprio come tutto il mondo che ci circonda, volgari come quelle persone che non sopportiamo. Eppure, nonostante tutto, nonostante la normalizzazione imperante della società moderna siamo ancora capaci di stupirci, sorridere, termare ed assaporarci.

terza: ho parlato di te
Ci sono persone che restano nella nostra vita anche quando sono lontane, anche quando hanno fatto scelte differenti dalle nostre, anche se non si riesce o non si puo’ più stare insieme. L’unico modo per mantenerle vive e parlarne, racconare di loro, sempre, nel tempo, perché il pensiero da solo non basta.

quarta: dieci volte no
Un duetto vecchio stile, due persone che hanno molte cose da rinfacciarsi, problemi da risolvere e che con una franchezza disarmante dialogano. Una canzone neorealista, che parla di cose di tutti i giorni, mancanze, difetti. Arrangiato come un brano d’altri tempi, con la spendida voce di Barbara Cavaleri.

quinta: ancora tu
Una brano di Lucio Battisti e Mogol, inizialmente inciso per la compilation tributo “respiriamo liberi”, uscita in allegato al MUCCHIO EXTRA. Abbiamo deciso di includerla nel disco per il suo valore simbolico. Era la primavera del 2005 ed avevamo in mano un disco praticamente finito, ma non perfettamente a fuoco. Abbiamo interrotto le registrazioni per arrangiare e registrare questo brano e quando siamo ritornati sul disco è iniziata una piccola rivoluzione che ha drasticamente segnato la scaletta ed il suono che oggi il disco ha.

sesta: le mie volgari parole
Una canzone che parla di equilibrio e dell’imprevedibilità degli eventi.  Un momento di confronto e di autocritica.

settima: i nostri santi sentimenti
Forse il momento più sperimentale dell’album, il brano che più si distacca dal resto della scaletta, una collaborazione importante. Emidio Clementi reinterpreta una poesia d’amore di Pedro Pietri per farne un thriller inquietante. Una delirante orchestra di archi, fiati e teramin suona un riff che altro non è se non un cluster  ai limiti del fastidioso.

ottava: niente rimane nel tempo
Batteria elettronica, basso ed orchestra. Un brano sull’insoddisfazione, una delle più grandi malattie del nostro tempo, una presa di coscienza sugli effetti del tempo che passa e travolge ogni cosa, compresi noi, con i nostri difetti, i nostri pregi e le nostre malattie.
Enrico Gabrielli degli afterhours suona il clarinetto ed il flauto, Sebastiano Nicolosi suona il trombone, Livio Boero la tromba e Mariangela Rubino  l’oboe.

nona: una cosa per volta
Una canzone sull’assenza, sul sogno, che parla di quelle illusioni che non fanno bene al cuore.
Che parla di sentimenti semplici, accompagnati da un tessuto sonoro scarno: basso e batteria elettronica, un quartetto d’archi e tre note di piano, suonate con un ditto solo.

decima: spero saprai
Un brano piano, orchestra e voce, per dare valore ad una sentita richiesta di comprensione. Perchè spesso facciamo l’errore di cercare le risposte ai quesiti più alti negli oggetti e nelle situazioni, mentre basterebbe spostare la nostra attenzione dall’esterno a dentro di noi.

undicesima: senza mai ricordare
Ritrovarsi per una notte a vedere il mondo con gli occhi di una persona ancora capace di sognare ad occhi aperti e ritovarsi immersi nella sua personalissima visione del mondo.
Una balata notturana, suonata e cantata in italiano con accento norvegese dal songwriter Terje Nordgarden. Il momento più rasserenato dell’album.

dodicesima: buona fortuna
Un brano di Baglioni, uno dei brani preferiti di mia madre. L’ho sentito per la prima volta la notte che lei è morta. Sembrava parlare proprio di lei, del suo addio alla vita. Mi son sentito in dovere di dedicargliela, mi sembrava di non poter fare di meglio. L’originale è cantanto a squarciagola, accompagnato unicamente dal pianoforte. Ma questa è un’altra canzone.

tredicesima: commiato
Brano inizialmente composto per la colonna sonora di un film indipendente, un brano mai pubblicato prima e riarrangiato appositamente per questo disco. Brano scritto e suonato, ad eccezione del violoncello, dal maestro Nicola Manzan in solitudine.

iTunes
*****
Rassegna stampa:
4fioriperzoe 
“normalmente scompaiono”
2003 sciopero rec / mescal

BLOW-UP
Capaci di individuare una nuova via al pop italiano […]

ROCKIT.it
[…] tanti piccoli racconti in stile cantautorale, che hanno come colonna sonora musiche affascinanti  e piene […] Elettrico, acustico, elettronico e classico si fondono in equilibrio con una voce delicatamente penetrante […] musica “visionaria”, i loro testi che descrivono le “visioni” della mente e del cuore.

LIBERAZIONE
Una lunga boccata d’aria fresca. […] i brani scivolano via in una sequenza che fa bene al cuore.

MUSICBOOM.it
[…] entrare nel mondo di questo quartetto bolognese equivale a lasciare a casa tutte le trite convinzioni sulla musica nostrana e ritrovarsi immersi in una spiazzante miscela di pop, trip hop, drum’n’bass, che stupisce ed intriga. […] è bandito il famigerato rischio noia.

ROCKSUOND
[…] interessante e originale. Le canzoni disegnano atmosfere affascinanti ed eleganti […]

Il MUCCHIO
Al loro esordio dimostrano già di avere una sensibilità oltre il comune […] il quartetto mette in luce un’efficace verve compositiva ed un indubbio buongusto nell’elaborare architetture  strumentali ricercate ed insinuanti […] un sapiente gioco di sfumature a colori tenui, di suggestioni intense ma non invadenti, di urganze espressive liberate senza frenesie di catturare immediatamente l’attenzione.

MUSICAMUSICANTI.com
La nuova canzone italiana sembra aver trovato la via maestra nella commistione tra raffinato pop e sognanti, talvolta ipnoticamente visionarie liriche. […]

KEEPNEWS.com
Questo album è di un’intensità disarmante. […] intensità e magneticità, oltre ad una certa concezione elevata dell’arte, in grado di dare emozioni.

ROCKSHOCK.it
Un’immersione profonda nella musica d’autore italiana, riarrangiata e riadattata in chiave moderna grazie all’incontro-scontro tra generi diversi, ottenendo un sound assolutamente credibile e originale. […] Un album che non sembra affatto un disco d’esordio, maturo ed elegante […]

TISCALI.it
Difficile non amare i 4fioriperzoe […] un prodotto musicale ben distinto, prodotto in maniera eccellente […]

RUMORE
Adoro chi ancora riesce a trasformare in musica ciò che la poesia celebra nella sequenza infinita delle quotidiane banalità. […] immaginario in celluloidea metà tra Truffaut e Renoir, affollato di eroi fittizi e martiri di fantasia ai quali si elevano le odi di copertina per non dimenticare, per non trascurare. Musica soffice, parole che si cullano in un ondeggiare di archi […] tu chiamale se vuoi emozioni.

KRONIK.it
[…] un sound cupo e sensuale che candida di diritto i 4fioriperzoe come una delle rivelazioni del momento.

ROCKON.it
Assorbe tutti i nostri sensi tanto da non permetterci di fare altro nei quasi quarantadue minuti della sua durata. […]

ALTATENSIONE.it
[…] Un album innovativo, sperimentale, contaminato, un album ermetico, un tentativo di andare oltre, liricamente e musicalmente, che costringe l’ascoltatore a superare il limite […]

Tracklist

  1. attendere, riuscire, averti
  2. come non sopporti
  3.  ho parlato di te
  4. ancora tu
  5. dieci volte no
  6. le mie volgari parole
  7. i nostri santi sentimenti
  8. niente rimane nel tempo
  9. una cosa per volta
  10. spero saprai
  11.  senza mai ricordare
  12. buona fortuna
  13. commiato

Prodotti Correlati

A Cappella Made in Italy
Vocalica,The Ghost Files,Sacs,Quattrottave,Mezzotono,Mezzo Sotto,Maybe6ix,L'Una e Cinque,Blue Penguin,Alti & Bassi
Supporto: CD
Genere: A cappella
 
Fake P
Fake P
Supporto: CD
Genere: Post Rock / Shoegaze
 
Favonio
Favonio
Supporto: CD
Genere: Folk
 
Magic Powers
Cat Claws
Supporto: CD
Genere: Alternativa
 
Action, Please!
København Store
Supporto: CD
Genere: Alternativa
 
Last EP
Fake P
Supporto: CD EP
Genere: Alternativa
 
Torna al catalogo
Non hai mai acquistato su Preludio MusicShop? Registrati ora!
Sei già registrato su Preludio MusicShop? Accedi con il tuo account
 
Axura srl - Web Agency - Vimercate (Milano)